Pubblicato il: 26 Novembre, 2023  12083

Filippo Turetta detenuto a Verona: la prima notte in carcere e le misure speciali prese dagli agenti

L'imputato per l'omicidio di Giulia Cecchettin ha fatto ritorno in Italia: ecco quali sono state le sue prime parole

Filippo Turetta detenuto a Verona: la prima notte in carcere e le misure speciali prese dagli agenti

L'imputato per l'omicidio di Giulia Cecchettin ha fatto ritorno in Italia: ecco quali sono state le sue prime parole


Filippo Turetta è arrivato in Italia ed è stato scortato nel carcere di Montorio, a Verona, dove ha ottenuto un colloquio con uno psichiatra e il suo legale Giovanni Caruso. Gli agenti hanno dovuto adottare delle misure impreviste con il 22enne per proteggerlo da sé stesso e dagli altri detenuti. Da quando è giunto in prigione, l’imputato per l’omicidio di Giulia Cecchettin chiede una sola richiesta, ma andiamo per gradi.

Filippo Turetta collocato in una cella doppia: il motivo

Durante la sua prima notte in carcere, Filippo Turetta ha condiviso la cella con un altro detenuto, anch’esso coinvolto in reati gravi simili. Le motivazioni di questo provvedimento e del fatto che viene tenuto costantemente sotto controllo sono legate alla possibilità che il ragazzo possa commettere autolesionismo o addirittura tentare il suicidio. In questa prima fase, è stato descritto dagli agenti come “provato, disorientato” e silenzioso. Il suo avvocato Giovanni Caruso ha dichiarato che è adeguatamente assistito e protetto in un carcere di massima sicurezza, senza rilasciare dettagli sulla conversazione avuta con il suo assistito, ha sottolineato l’importanza dell’aspetto umano in questa tragica vicenda, oltre a quello tecnico.

Omicidio Giulia Cecchettin, su Facebook spunta un gruppo osceno in difesa di Filippo Turetta Il caso che ha tanto scosso l'opinione pubblica ha ora preso una piega inaspettata: ci sono persone che prendono le sue parti


Filippo Turetta: si attendono i risultati della perizia psichiatrica

Filippo Turetta è stato temporaneamente collocato nel reparto infermeria carcere di Montorio, in attesa delle valutazioni psicologiche e psichiatriche. Successivamente, verrà trasferito nella sezione “protetti”, destinata ai detenuti per reati gravi con forte riprovazione sociale, evitando così contatti con detenuti per altre tipologie di reati. La sua permanenza in carcere è seguita da vicino, e gli agenti di polizia penitenziaria lo sorvegliano attentamente, anche durante la notte, per prevenire comportamenti autolesionistici.

L’avvocato di Elena Cecchettin avanza l’aggravante dell’omicidio: “Filippo voleva punire Giulia” Il legale della sorella della vittima sostiene che Turetta volesse farla pagare alla 22enne: le dichiarazioni prima del processo

Filippo Turetta in attesa di rivedere i suoi cari

Filippo Turetta potrebbe affrontare la giudice Benedetta Vitolo e scegliere se rispondere alle accuse o mantenere il silenzio. La sua situazione potrebbe peggiorare se fosse contestata l’aggravante della premeditazione. Nel frattempo, il giovane chiede ansiosamente quando potrà finalmente incontrare i suoi genitori, ma gli è stato spiegato che non potrà vedere la sua famiglia fino a dopo l’interrogatorio previsto per martedì 28 novembre 2023.

Omicidio Giulia Cecchettin, Filippo Turetta dopo l’arresto: “Volevo farla finita” Dopo l’omicidio dell’ex fidanzata Giulia Cecchettin, Filippo Turetta rivela i suoi pensieri più oscuri ai poliziotti tedeschi

La storia di Filippo Turetta continua a suscitare interesse e interrogativi mentre il giovane affronta il duro percorso della detenzione in attesa del verdetto della giustizia.

Dello stesso argomento potrebbe interessarti anche…

Giulia Cecchettin: tra sogni di illustrazione e la scuola di comics

Giulia Cecchettin: tra sogni di illustrazione e la scuola di comics L'amore per il disegno e il progetto di vita della 22enne, spezzato troppo presto da Filippo Turetta

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica Emanuele Compagno, legale dell’imputato, ha avanzato la richiesta per poter approfondire le sue condizioni mentali

Liceo Bartolomeo Zucchi di Monza, appare una scritta shock in favore di Filippo Turetta: la reazione della Preside

Liceo Bartolomeo Zucchi di Monza, appare una scritta shock in favore di Filippo Turetta: la reazione della Preside Nel bagno femminile del Liceo Zucchi compare un graffito davvero assurdo sollevando timori e indignazione: i dettagli dell'accaduto
CATEGORIE News