Pubblicato il: 26 Novembre, 2023  8569

Omicidio Giulia Cecchettin, su Facebook spunta un gruppo osceno in difesa di Filippo Turetta

Il caso che ha tanto scosso l'opinione pubblica ha ora preso una piega inaspettata: ci sono persone che prendono le sue parti

Omicidio Giulia Cecchettin, su Facebook spunta un gruppo osceno in difesa di Filippo Turetta

Il caso che ha tanto scosso l'opinione pubblica ha ora preso una piega inaspettata: ci sono persone che prendono le sue parti


Su Facebook è emerso di recente un gruppo chiamato inquietante creato dai sostenitori di Filippo Turetta, noto per aver commesso l’omicidio di Giulia Cecchettin. Questa community ha presentato una serie di lettere d’amore, dichiarazioni passionali e post ironici che sembrano fare satira sulla fine della relazione tra il killer e la vittima. Tuttavia, ciò che rende questa situazione ancora più sorprendente è la raccolta fondi in corso per aiutare il 22enne.

Filippo Turetta: su Facebook spuntano “le sue bimbe”

“Le bimbe di Filippo Turetta“, è questo il nome del gruppo che si è formato su Facebook che ha rapidamente attirato l’attenzione per la sua natura controversa. I membri del gruppo sostengono apertamente il giovane assassino e cercano di stabilire un contatto con lui mentre è in carcere. Nella descrizione originale del gruppo, si affermava che erano “contro l’accanimento nei confronti di Filippo” e speravano di poterlo conoscere personalmente. Questo comportamento ha sollevato numerose domande sulla moralità e l’etica della situazione.

Un amico di Filippo Turetta ammette la verità: cosa gli aveva visto fare prima della morte di Giulia Cecchettin Contraddizioni emergono sul carattere di Filippo Turetta mentre le indagini sullOmicidio di Giulia Cecchettin proseguono


Filippo Turetta: ecco cosa scrivono le sue ammiratrici

All’interno del gruppo, si trovano lettere d’amore, dichiarazioni appassionate e strani post ironici che sembrano scherzare sulla tragedia. Alcuni membri scrivono lettere d’amore all’assassino di Giulia Cecchettin e sperano in una sua risposta. Tuttavia, il gruppo è stato anche bersaglio di utenti che entrano appositamente per insultare gli amministratori. Questo ha portato alla creazione di un secondo gruppo, “Le bimbe di Filippo Turetta 2.0″, che è stato reso privato a causa delle tensioni.

Una donna difende la memoria di Giulia Cecchettin da suo marito, lui la aggredisce: ecco come è finita Difende l’onore della ragazza scomparsa, il marito reagisce con brutalità: donna colpita e protetta dal centro antiviolenza

Filippo Turetta: la comunità cerca di fare la cosa giusta

La situazione ha sollevato preoccupazioni tra gli utenti di Facebook, molti dei quali hanno segnalato la community alle autorità competenti, compresa la Polizia Postale. La speranza è che l’intero gruppo venga chiuso data la sua natura inquietante e la raccolta fondi che sembra sostenere il responsabile di un crimine così grave.

Giallo alle 17:15, l’enigma dell’ultimo messaggio inviato da Giulia Cecchettin alla docente Invio della tesi finale poco prima della scomparsa: un indizio cruciale nel mistero di Giulia Cecchettin

Il gruppo “Le bimbe di Filippo Turetta rappresenta un caso sconcertante di idolatria nei confronti di un assassino, mettendo in discussione i confini tra supporto e moralità. La sua presenza online continua a sollevare domande sulla responsabilità delle piattaforme sociali e sulla necessità di un monitoraggio più rigoroso dei contenuti.

Dello stesso argomento potrebbe interessarti anche…

Giulia Cecchettin: tra sogni di illustrazione e la scuola di comics

Giulia Cecchettin: tra sogni di illustrazione e la scuola di comics L'amore per il disegno e il progetto di vita della 22enne, spezzato troppo presto da Filippo Turetta

Omicidio Giulia Cecchettin: Giovanni Caruso si aggiunge alla difesa di Filippo Turetta

Omicidio Giulia Cecchettin: Giovanni Caruso si aggiunge alla difesa di Filippo Turetta L’avvocato che affianca Emanuele Compagno è finito nella bufera per alcune frasi: sorgono polemiche e dibattiti

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica Emanuele Compagno, legale dell’imputato, ha avanzato la richiesta per poter approfondire le sue condizioni mentali
CATEGORIE News