Pubblicato il: 28 Novembre, 2023  1676

Filippo Turetta, oggi l’interrogatorio: ecco cosa deve chiarire al gip

Il 22enne imputato per l'omicidio di Giulia Cecchettin dovrà confrontarsi con il giudice per le udienze preliminari di Venezia

Filippo Turetta, oggi l’interrogatorio: ecco cosa deve chiarire al gip

Il 22enne imputato per l'omicidio di Giulia Cecchettin dovrà confrontarsi con il giudice per le udienze preliminari di Venezia


Stamattina, martedì 28 novembre 2023, alle ore 10:00 si terrà l’interrogatorio di garanzia di Filippo Turetta, il giovane accusato dell’omicidio di Giulia Cecchettin. Mentre l’indagine continua a cercare risposte e prove, il pm di Venezia ha chiesto il trasporto dell’auto dell’imputato al Ris di Parma per ulteriori analisi. Ci sono molte incongruenze alle quali il 22enne dovrà dare una risposta.

Omicidio Giulia Cecchettin: i preliminari del processo di Filippo Turetta

Filippo Turetta, l’accusato, sta per affrontare l’interrogatorio di garanzia davanti alla giudice per le udienze preliminari di Venezia. Questo rappresenta un passo fondamentale nell’approfondimento del caso. Mentre l’accusa si prepara a contestare la premeditazione e l’occultamento di cadavere, la difesa  sta studiando attentamente la strategia da adottare, in attesa dei referti della perizia psichiatrica. Il giovane potrebbe decidere se rispondere alle domande, rimanere in silenzio o rilasciare dichiarazioni spontanee durante l’interrogatorio. Nonostante le speculazioni sulla sua confessione in Germania, non sappiamo se ripeterà l’ammissione della sua responsabilità davanti alla giudice Vitolo.

Omicidio Giulia Cecchettin, su Facebook spunta un gruppo osceno in difesa di Filippo Turetta Il caso che ha tanto scosso l'opinione pubblica ha ora preso una piega inaspettata: ci sono persone che prendono le sue parti


Omicidio Giulia Cecchettin: ultime ore di indagini

Tra le prove rilevanti dell’indagine, rimane il mistero sul cellulare di Giulia Cecchettin e sui suoi altri effetti personali che non sono stati ancora rinvenuti. Dopo l’ultimo segnale registrato nelle vicinanze del centro commerciale a Marghera, il telefono risulta spento. Nel frattempo, le autorità stanno analizzando l’auto utilizzata da Filippo Turetta durante il delitto, alla ricerca di tracce organiche e ulteriori prove. A rivelare ulteriori dettagli cruciali per l’indagine potrebbero aiutare i risultati dell’autopsia sul corpo della ragazza: per ora sappiamo che è stata uccisa a calci e pugni dopo che il suo assassino le ha sferrato una ventina di coltellate in testa, sul volto e sul collo.

Giulia Cecchettin, oggetto insolito rinvenuto vicino al suo corpo: c’entra Filippo Turetta? È stata trovata una cosa fuori dal comune nei pressi in cui è stato scovato il cadavere della vittima

L’omicidio di Giulia Cecchettin rimane al centro delle attenzioni, con l’interrogatorio di Filippo Turetta che potrebbe gettare nuova luce sul caso.

Dello stesso argomento potrebbe interessarti anche…

Giulia Cecchettin: le confessioni della sorella e del fratello minore

Giulia Cecchettin: le confessioni della sorella e del fratello minore La famiglia della 22enne uccisa da Filippo Turetta ha spezzato il silenzio: le dediche e gli ultimi messaggi della vittima

L’avvocato di Elena Cecchettin avanza l’aggravante dell’omicidio: “Filippo voleva punire Giulia”

L’avvocato di Elena Cecchettin avanza l’aggravante dell’omicidio: “Filippo voleva punire Giulia” Il legale della sorella della vittima sostiene che Turetta volesse farla pagare alla 22enne: le dichiarazioni prima del processo

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica

Strategia difensiva nel caso Filippo Turetta: l’avvocato richiede la perizia psichiatrica Emanuele Compagno, legale dell’imputato, ha avanzato la richiesta per poter approfondire le sue condizioni mentali

CATEGORIE News