Pubblicato il: 30 Ottobre, 2021  1490

Ddl Zan bocciato, Alberto Matano fa coming-out: “L’ho provato sulla mia pelle”

Il conduttore, in un nuovo intervento, rivela la sua omosessualità  e le discriminazioni subite in seguito al blocco dell'iter per l'approvazione del ddl Zan

Ddl Zan bocciato, Alberto Matano fa coming-out: “L’ho provato sulla mia pelle”

Il conduttore, in un nuovo intervento, rivela la sua omosessualità  e le discriminazioni subite in seguito al blocco dell'iter per l'approvazione del ddl Zan


Alberto Matano ha sorpreso i telespettatori con un coming-out inaspettato, nel corso del nuovo appuntamento tv de La vita in diretta. L’occasione è una riflessione che il conduttore Rai ha rilasciato a margine di un servizio mandato in onda dalla regia dell’info-format, contenente alcune esperienze di vita vissute alle prese con le discriminazioni, rispetto allo stop di queste ore all’iter per l’approvazione del disegno di legge Zan contro l’omotransfobia, l’abilismo e la misoginia. In occasione della riflessione, Matano si è quindi detto allibito circa la bocciatura del ddl, ricordando quanta sofferenza abbia maturato negli anni in cui è diventato vittima di discriminazioni legate alla sua omosessualità.

Alberto Matano e le dichiarazioni commosse a La vita in diretta

La nuova puntata de La vita in diretta, andata in onda su Rai 1 il 28 ottobre 2021, ha visto il conduttore Alberto Matano introdurre in studio una clip contenente il racconto di alcune esperienze di vita vissute alle prese con le discriminazioni. Un video molto forte, a margine del quale il volto Rai di punta all’info-format ha rivelato la sua omosessualità, parlando del suo vissuto a stretto contatto con l’omofobia. “Vi devo dire che storie come queste fanno particolarmente male, perché è successo anche a me, quando ero adolescente”, ha esordito visibilmente commosso.

Il coming-out di Alberto Matano arriva a La vita in diretta


Il coming-out nonché riflessione introspettiva di Alberto Matano poi prosegue con il conduttore Rai che dichiara cosa ha provato ai tempi degli attacchi omofobi: “L’ho provato sulla mia pelle, quindi so cosa significa. E allora mi auguro che con il contributo di tutti, su un tema così importante, ci possa essere un supplemento di riflessione. Lo dobbiamo anche a quelle persone che abbiamo appena visto“. Così il volto Rai esorta l’opinione pubblica a meditare sull’importanza della lotta alle discriminazioni, rispetto alla bocciatura del ddl di Alessandro Zan contro le discriminazioni di genere, in materia di disabilità e violenza sulle donne avvenuta in Senato lo scorso 27 ottobre 2021.

Alberto Matano contrario alla bocciatura del DDL Zan a La vita in diretta

Con il suo coming-out registrato a La vita in diretta, Alberto Matano si è quindi non troppo velatamente detto contrario alla bocciatura del disegno di legge Zan in Senato, stringendosi al grido di tutti coloro che come lui avrebbe voluto che il ddl fosse approvato. L’opinione pubblica in merito alla bocciatura del ddl Zan appare molto divisa. Se da una parte c’è chi ritiene che il ddl dovesse passare per tutelare i diritti dei disabili, delle donne e della comunità Lgbtq, dall’altra c’è chi sostiene che il disegno avrebbe potuto minare la libertà di opinione individuale.

Intanto, c’è chi su Twitter mette d’accordo molti sul conto di Matano: “Onore ad un Alberto Matano commosso. Credo che non sia stato facile dire alcune frasi davanti a milioni di spettatori. Per fortuna fuori dal Parlamento la vita è avanti, molto più avanti”. 

 

 

 

CATEGORIE News