Pubblicato il: 11 Marzo, 2024  876

Oscar 2024, Massimo Ceccherini finisce nella bufera: “Ecco perché non vince Io Capitano”

L'attore si è reso protagonista di una frase che ha fatto molto discutere e pronte sono arrivate le scuse

Oscar 2024, Massimo Ceccherini finisce nella bufera: “Ecco perché non vince Io Capitano”

L'attore si è reso protagonista di una frase che ha fatto molto discutere e pronte sono arrivate le scuse


L’attenzione delle ultime ore si sta focalizzando su quanto accaduto a “Da noi… a ruota libera“, talk show condotto da Francesca Fialdini che ha visto anche Massimo Ceccherini tra gli ospiti per parlare della cerimonia degli Oscar 2024 che da lì a poco si sarebbe tenuta. Com’è risaputo, l’evento ha interessato direttamente lo stesso attore toscano, visto che è tra gli sceneggiatori di Io Capitano, candidato come miglior film straniero. Tuttavia, una sua frase ha scatenato una bufera mediatica.

Oscar 2024: la frase di Massimo Ceccherini

Ospite a “Da noi… a ruota libera“, Massimo Ceccherini ha parlato di Io Capitano e una sua frase ha fatto decismente scalpore. Candidato come miglior film straniero, la pellicola lo vede come sceneggiatore e pare anche che avesse ottime probabilità di vincere la statuina. Sta di fatto che l’attore toscano ha spiegato il suo punto di vista nel talk show di Francesca Fialdini prima della cerimonia degli Oscar 2024: “Sappiate che il film è il più bello della cinquina, solo che non vincerà perché vinceranno gli ebrei. Quelli vincono sempre”. E poco dopo: “Un po’ di gelo è sceso con gli ebrei”. Alla fine, La zona d’interesse ha vinto davvero la statuina, ma molti si sono scagliati contro Ceccherini per quanto detto.

Oscar 2024, la clamorosa gaffe del Televideo: “Io Capitano film ispirato a Schettino” L’Italia non ha trionfato nella notte degli Oscar ma ci ha pensato il Televideo a creare interesse


Oscar 2024: le scuse di Massimo Ceccherini

La frase di Massimo Ceccherini ha scatenato la reazione del web, il quale ha puntato il dito contro l’attore. C’è chi tira in ballo la guerra tra Israele e Palestina, e chi parla di posizioni politiche. Tuttavia, lo scopo dell’attore non sarebbe stato quello. Ai microfoni di Adnkronos, il diretto interessato si scusa e cerca di chiarire cosa volesse dire: “Mi sono spiegato male, intendevo gli ebrei come argomento, non è la prima volta che un film con quel tema vince”. Il riferimento quindi sarebbe al genere del film: “Posso chiedere scusa se qualcuno ha capito male. Ammetto che se non dicevo niente era meglio”., così fa chiarezza l’attore.

CATEGORIE News